Guanto 2 in 1 di Held: flessibilità e sensibilità alla guida

Ho provato i guanti e sono senza parole: un prodotto di qualità superiore


I like it!

Ragazzi, devo dirvelo da subito: non riesco a trattenermi!! Questi sono i migliori guanti stradali che io abbia mai indossato in tutta la mia vita! Sono leggerissimi, ti comunicano il massimo della sensibilità, e ti proteggono dalle intemperie in modo impeccabile!

Adesso mi calmo, e cerco di raccontarvi di chi e di cosa stiamo parlando…

L’azienda Held è sinonimo di ricerca della perfezione da oltre 70 anni, ma forse è poco conosciuta dalle grandi masse in Italia, perchè la rete vendita non è stata sempre efficace, in passato, al punto di creare ampi insoluti che ne hanno pregiudicato la presenza. Ora da quache tempo c'è aria di novità, la rete vendita sta diventando più capillare ed il pubblico sta comprendendo le scelte tecniche e commerciali che hanno portato negli anni alla realizzazione di capi di altissimo contenuto tecnico. Fin dai suoi esordi nel 1946, infatti, il fondatore Bruno Held si pose come unico obbiettivo quello di realizzare guanti di primissimo livello, fossero essi destinati al fashion piuttosto che al lavoro, o alle auto. Con il passare degli anni, grazie al teutonico raziocinio di avanzare solo quando ci fossero state le condizioni per farlo nel migliore dei modi, Held si è impegnata sempre di più a favore della protezione di chi indossa i propri capi, grazie anche al supporto di piloti sia nel cross che nella velocità: ma non si è fermata a questo! Infatti, già dagli inizi degli anni ’90, Held espande la sua produzione ad accessori e tute, fino ad arrivare nel 2005 a vincere con il suo guanto "Phantom" il premio BEST BRAND, indetto dalla prestigiosa rivista MOTORRAD nella categoria guanti, e vincendolo per 11 anni di seguito. Ora la Held è la terza azienda in Europa per produzione e vendita di capi di abbigliamento per motociclisti.

Ma quello che ho provato sulla mia pelle (o sarebbe più corretto dire sulle mie mani) spiega meglio di mille parole la qualità dei prodotti di questa azienda!

Il guanto Satu 2in1 è un concentrato di tecnologia ad altissimo livello, realizzato con materiali misti tessili e naturali, con l’unico obbiettivo di tutelare la mano che ospita nel massimo comfort possibile.

Satu 2in1

Come si chiama ve l’ho detto, ma perché 2in1? Beh, è presto detto: grazie alla sua doppia membrana in Gore-Tex.

L’idea geniale alla base di questo prodotto, infatti, è quella di poter garantire al pilota la possibilità di scegliere il livello di protezione dagli agenti atmosferici, e di conseguenza anche la qualità della sensibilità al palmo, che più predilige. Il sistema è di una semplicità disarmante: in buona sostanza si può scegliere di inserire la mano tra le due membrane, o al di sotto delle stesse, anteponendo in questo modo una tripla protezione tra il dorso della mano e l’aria che la colpisce. Diciamolo pure senza filtri, questo è l’uovo di colombo dei guanti! Perchè, anche durante la stessa giornata, permette di scegliere livelli di protezione diversi. Nelle mezze stagioni è il massimo.


Gore-Tex. Da sempre il top per traspirabilità e protezione dall'acqua.

Anche qui, lo ripeto senza timore, è il guanto stradale più comodo che abbia mai provato. Anche con la mano infilata tra le due membrane la sensazione al tatto è delicata, quasi paragonabile ad un guanto estivo. Durante i primi chilometri che ho fatto con questi guanti temevo di dover fare una sosta riscaldamento mani, perché quando senti la mano così leggera, libera, con sensazioni che ti ricordano il classico guanto turistico estivo, in cui senti l’aria passare dalle feritoie di ventilazione, la paura che questo guanto fosse troppo poco protettivo mi ha colto. Ma mi sbagliavo! Ovviamente ho voluto provare tutte le condizioni possibili, quindi ho cercato di percepire le differenze tra membrana singola e membrana doppia, ma si fa veramente fatica a coglierla al di sopra dei 5/6 gradi ambientali. Ovviamente l’effetto windchill viene fortemente mitigato con una membrana in più, ma probabilmente non molti di voi sono pronti per andare a Capo Nord per capodanno, o ad andare a sciare in moto… (a meno che non siate matti abbastanza da far parte dello staff di Sfida da Bar) e comunque la maggior parte delle moto atte ad un uso fortemente turistico, ha la possibilità di montare manopole riscaldate, che in abbinamento alla scelta della doppia membrana sul dorso, vi porteranno tranquillamente a temperature glaciali. Cosa per la quale, in caso contrario questo guanto non è pensato.

Tecnica, tecnica, tecnica!!

La realizzazione di un guanto è senza alcun dubbio una delle operazioni più difficili in assoluto della sartoria, a maggior ragione se si deve pensare all’allocazione di elementi protettivi da urti, abrasioni, e termiche. Fatta questa esperienza, e raggiunto il livello di cui questa azienda si può vantare a livello mondiale, la realizzazione del resto dell’abbigliamento risulta quasi facile.

Questa è una delle ragioni per cui alcuni tra i più importanti player nel settore moda, sia essa fashion o di settore, si rivolgono ad aziende iperspecializzate per realizzare i propri capi.


Tergivisiera. Soluzione piccola a problemi grossi.

A livello di sicurezza il guanto Satu 2in1 offre standard elevati, superando la certificazione EN 13594:2015, con inserti riflettenti, una protezione antishock ed antiabrasione per l’angolo esterno del palmo della mano e del mignolo, e protezioni in speciale schiuma resistente ma allo stesso tempo elastica e leggera. Non mancano ovviamente il laccetto di chiusura sul polso, molto importante in termini di sicurezza, in quanto evitano che, in un malaugurato caso di caduta, il guanto si possa sfilare durante una scivolata; ed una chiusura elasticizzata a velcro sul polso. Ma, per non farci mancare niente, Held ha pensato ad un piccolo accessorio che cambia radicalmente la vita, soprattutto se come me usate la moto 365 giorni l’anno e vivete in una zona altamente nebbiosa (abito a Mantova), ovvero un tergivisiera integrato sull’indice della mano sinistra. Si tratta di una soluzione semplice ma efficace, che vi permette con una rapida passata di mano sulla visiera di ripulirla completamente senza lasciare strascichi da guanto bagnato, aumentando notevolmente la visibilità, e pertanto la vostra sicurezza.

Un sistema intuitivo da utilizzare proprio perchè ingegnerizzato sulla base delle abititudini del motociclista, tradizionalmente abituato a pulire la visiera appannata o bagnata con il guanto. Ah, a proposito: con questi guanti potete usare tutte le dita per manovrare sul vostro smarthphone. Previo che siate fermi… SICUREZZA prima di tutto. 


Confortevole come un estivo, protettivo quasi come un invernale, pratico più che entrambi.

In conclusione: sicuramente un guanto che consiglierei a chiunque, per qualsiasi uso di qualsiasi mezzo a due o più ruote in tutte le stagioni, anche quelle fredde e con possibilità di pioggia. Per dovere di cronaca, e per mio pallino tecnico, li proverò anche in piena estate, per capire se e quanto possano essere definibili anche come estivi, come dall’azienda promossi. Peraltro, sempre per dovere di cronaca, sappiate che, a detta loro, questi non sono nemmeno guanti propriamente invernali… Tanto per darvi un’idea di come i nostri vicini tedeschi vivano la differenza dell’inverno rispetto a noi! E non sono nemmeno il top di gamma.


Fate un pò voi. 


Presto vi racconterò un’altra esperienza che tocca il materiale di Held, ma che tocca anche me nel mio profondo.

Stay tuned!

Powered
Produzione del format:

CO.FA. Service SRL

via Bellardi 132/b

cap 10146

cofaservicesrl@pec.it

 

REA: TO - 1099143

 

Codice Fiscale/P. Iva: 10022000011

Social
  • Facebook B&W
  • LinkedIn B&W
Sponsor

@ Sfida da Bar 2019 - all right reserved - Redazionale della testata giornalistica Info Ripara reg. trib. Torino nr. 4 del 03/02/2020 - N. Iscrizione Roc: 34128