Co Fa Service è il nuovo produttore del format televisivo Sfida da Bar, in onda su SKY

Importanti novità nell’asset di produzione del primo reality italiano sul mondo delle 2 ruote.

Nato nel 2013 come sfida a tempo, su un circuito, tra appassionati motociclisti ed un pilota di fama mondiale, era inizialmente stato prodotto autonomamente da Leonardo Repetto con la propria R Communications.

Successivamente gestito dalla Media Evolution SRL, azienda specializzata nella produzione di contenuti per le televisioni, aveva avuto un importante sviluppo, acquisendo clienti di primo ordine come Suzuki e Roland.


Nell’ultimo anno e mezzo, con la diffusione dei contenuti anche su altri canali rispetto alla piattaforma SKY, con la trasmissione delle repliche sul Digitale Terrestre, la creazione di contenuti video virali e la creazione di un sito internet dinamico con area blog/vlog (in fase di iscrizione al Tribunale come testata giornalistica), il programma televisivo si è trasformato in un vero e proprio cross-media format.

Questi presupposti, uniti all’intento dichiarato di creare contenuti sulle auto, e di esportare la fortunata ricetta di Sfida da Bar in altri paesi, hanno destato l’interesse da parte di Co Fa Service, azienda che gestisce la comunicazione di un gruppo di aziende, tra le quali Auto Giannini, eccellenza operativa nel mondo della carrozzeria e dell’autoriparazione.

“Abbiamo creduto nel progetto Sfida da Bar, afferma Mino Potenza di Auto Giannini, fin dal 2013 quando il format è stato ideato. E fin da allora, insieme a mio fratello Gianluca, abbiamo investito su di esso benché le moto non fossero la nostra categoria merceologica di riferimento. Siamo felici che l’azienda Co Fa Service, alla quale demandiamo la gestione della comunicazione della nostra impresa, abbia deciso di produrre il format e ne abbia in programma l’acquisizione. In virtù di questo abbiamo fin da subito assicurato investimenti pubblicitari importanti. La formula di Sfida da Bar, in tema auto, può dare riscontri concreti che ci interessano e che saranno un importante strumento di marketing da accompagnare alle nuove progettualità messe in campo da Auto Giannini con investimenti strutturali che superano i 2 milioni di euro complessivi”.

Una soddisfazione enorme anche per l’ideatore del format Leonardo Repetto: “Ho investito 7 anni della mia vita in questo progetto, dando tutto me stesso e investendo ogni cosa in mio possesso perché crescesse. Lo scorso anno con il coinvolgimento nel format di campioni come Marco Melandri, Loris Reggiani e Roberto Rolfo; con partner di progetto come Marco Comollo di Radio 105 e progetti importanti come la costruzione di una Moto 2 del programma e l’implementazione nelle linee narrative del tema off-road con la collaborazione di Stefano Lupini e Marco Governatori, siamo arrivati all’apice dello sviluppo del tema moto in Italia. Per crescere servivano quindi due passi: portare il format all’estero e crearne una trasposizione legata alle auto. Passi che non avrei avuto la forza di compiere a livello personale dal punto di vista economico, e che non erano nei programmi della Media Evolution srl, motivo per il quale da oltre un anno ero alla ricerca di un finanziatore. La proposta di Co Fa Service, incaricata dello sviluppo della brand identity di Auto Giannini, è stata fin da subito in linea con le necessità che avevo individuato per assecondare la crescita di Sfida da Bar. Ho detto subito di si. Devo anche doverosamente ringraziare due fraterni amici che sono Federico Natali e Marco Rutilli che mi hanno aiutato a sviluppare il progetto anche in momenti difficili, con sacrifici personali importanti”.

E se il progetto promette innovazione, mantiene anche continuità con alcuni elementi di fondo. Verrà mantenuto il registro del reality all’Inglese, in presa diretta, e il concetto di Sfida e confronto cronometrico rimarrà come elemento pregnante di tutte le serie, anche se declinato ad ambiti non convenzionali, fin qui, per Sfida da Bar, potenziando collaborazioni storiche come quella con PZ Racing, investitore pubblicitario fin dalle fasi di concept nel 2013. Leonardo Repetto è stato confermato come direttore generale di produzione e lo schema di conduzione sarà a 3 figure per il tema moto e a 2 sul tema auto. In pratica verrà applicato il modello Top Gear alle 2 ruote mentre per le 4 si differenzierà nettamente.

Tra le conferme anche il canale di diffusione dei contenuti esclusivi che rimane SKY, canale 228 Automototv, mentre le repliche andranno in onda su Motori Tv, canale 89 del Digitale Terrestre. Tutte le puntate saranno in seguito visibili gratuitamente a tutti sul sito del format www.sfidadabar.it




Nel frattempo a Verona, nel contesto del Motor Bike Expo (dal 16 al 19 gennaio) saranno presentati i progetti moto per il 2020 con particolare attenzione ai temi off-road e moto-turismo; mentre per le auto bisognerà attendere ancora qualche mese.


Sfida da Bar

Press Office

Sara Pagliero


pagliero@sfidadabar.it

Powered
Produzione del format:

CO.FA. Service SRL

via Bellardi 132/b

cap 10146

cofaservicesrl@pec.it

 

REA: TO - 1099143

 

Codice Fiscale/P. Iva: 10022000011

Social
  • Facebook B&W
  • LinkedIn B&W
Sponsor

@ Sfida da Bar 2019 - all right reserved - Redazionale della testata giornalistica Info Ripara reg. trib. Torino nr. 4 del 03/02/2020 - N. Iscrizione Roc: 34128